menu Home chevron_right
Articoli, Recensioni ed Eventi. Ecco tutto quello che sta succedendo...

Francesco Zampini e Stef Giordi al TrentinoInJazz 2021!

Music Alive | Luglio 19, 2021

Martedì 20 luglio a Malé e mercoledì 21 a Predaia due chitarristi talentuosi e le loro formazioni in un avventuroso percorso di jazz contemporaneo. Giovedì 22 Carlo Cattano a Cles Francesco Zampini e Stef Giordi al TrentinoInJazz 2021! 

Martedì 20 luglio 2021 ore 21:00Piazza Regina Elena Malé (TN) In caso di pioggia: Teatro Comunale
FRANCESCO ZAMPINI QUINTET 
Cosimo Boni – trombaFrancesco Zampini – chitarraXavi Torres – pianoforteMatteo Anelli – contrabbassoMattia Galeotti – batteria
ingresso gratuito con prenotazione

Mercoledì 21 luglio 2021 ore 21:00 Piazza Padre Eusebio ChiniPredaia (TN) In caso di pioggia: Tres, sala polifunzionale Pra Da Lac
STEF GIORDI & CONNECTED
Stefano Giordani: chitarra acustica, effetti, sampler Roberto Zecchinelli: basso elettrico, synthMatteo Giordani: batteria 
Martedì 20 luglio a Malé (TN) e mercoledì 21 a Predaia (TN) un appuntamento legato alla chitarra per il decennale del TrentinoInJazz. Il primo concerto sarà quello del quintetto di Francesco Zampini, che presenta dal vivo il nuovo album Unknown Path, una sintesi tra spiccate individualità e lavoro d’insieme, tra scrittura e improvvisazione, moderna tradizione jazzistica e volontà di interpretarla con carattere. Sono proprio le composizioni di Zampini il punto di forza del quintetto: l’eredità del bop è evidente, ma anche la voglia di sviluppare i momenti melodici e di sperimentare talvolta la rottura delle strutture armonico-ritmiche. La scrittura è registica, attenta alla visione d’insieme, all’arrangiamento e al mood dei brani, quando interviene lui questo avviene sempre con pertinenza col suo strumento, mentre il carattere pregevole dei temi musicali, evidenzia una propensione alla “cantabilità” e all’equilibrio melodico.
Il concerto di Predaia vedrà protagonista Stef Giordi, al secolo Stefano Giordani, insieme al suo trio. Insieme ai brani originali, il chitarrista trentino ama esplorare anche il repertorio jazz tradizionale e moderno. Composizioni rarefatte e sfuggenti si alternano a brani più ritmici ed articolati, che si avvicinano al linguaggio essenziale e diretto del rock. Ai tre piace unire la grande eredità jazzistica del passato con il presente, cercando di raggiungere una sintesi personale, navigando tra le sonorità mediterranee e quelle urbane tipiche della scena jazz newyorkese, con accesi elementi rock, funk, soul dentro un groove poliritmico di forte impatto. Giordani ha una lunga esperienza sulla scena londinese e due album di chitarra solo, L’ordine delle cose e Question Marks: presenterà al TrentinoInJazz il nuovo disco History Teaches

Pubblicato da Music Alive

Commenti

Questo post attualmente non ha commenti.

Lascia una risposta





MODULO DI CONTATTO 

Facci ascoltare la tua demo, se ne hai già una! 

[contact-form-7 404 "Non trovato"]

play_arrow skip_previous skip_next volume_down
playlist_play