menu Home chevron_right
Articoli, Recensioni ed Eventi. Ecco tutto quello che sta succedendo...

Piccola Label chiude l’anno 2020 con più di 32.000.000 di vendite streaming musicali

Music Alive | Marzo 31, 2021

Una piccola etichetta discografica italo tedesca (Thunder Label Germany), capitanata da Francesco Pisana, catanese classe 1978 Diplomato al conservatorio in piano forte, successivamente in basso elettrico, che ha collaborato nel corso della sua carriera con personaggi come: Lucio Dalla, Dolce Nera, Marco Masini, Fiorella Mannoia, Cristiano Turato, Durga Mc Broom (vocalist PINK FLOYD), Piero’ Pelu’ e tanti altri, fonda la sua etichetta discografica che ha avuto una partenza straordinaria con la Produzione di Cristiano Turato ex voce dei Nomadi, con il singolo Atlantide con piu’ di 1.600.000 ascolti radio e streaming, in tutto il mondo, registrando il primissimo disco d’oro e da li in avanti una continua serie di successi mondiali.


Lo abbiamo intervistato per farci raccontare come ha creato ed ideato questo nuovo tipo di etichetta discografica dal successo oggi planetario.


“Tutto è nato 8 anni fa, quando mi fu proposto dalla Warner tedesca di collaborare come arrangiatore trasferendomi in Germania.


Da li a poco ho fondato la Thunder Label con l’obbiettivo di far conoscere la musica italiana emergente all’estero, cullato dal fatto di avere dietro le spalle una Major come supporto.
Siamo partiti facendo ricerche e studiando come funziona il mondo delle promozioni musicali e l’intero meccanismo complesso della discografia, notte e giorno arrivando oggi ad una diffusione capillare musicale su oltre 34000 radio internazionali, music club, teatri e management live artist, inviando comunicati, illustrando le esperienze degli artisti, le atmosfere dei brani, i credits e tutto quel che serve per mettere sotto i riflettori gli artisti che rappresentiamo. Abbiamo ampliato ed ottimizzato il il mondo della comunicazione web con la stampa musicale, quotidiani, webzine e blog musicali, radio network internazionali, radio universitarie ecc…..
Il nostro obbiettivo è quello di dare la giusta visibilità a chi veramente è un vero talento e che merita realmente di intraprendere la strada lavorativa nel campo musicale.


COME INCOMINCIA LA SELEZIONE DI UN ARTISTA?
Il nostro lavoro comincia con la verifica del materiale audio e video e se riteniamo idoneo il materiale accendiamo i motori e partiamo.”


DA MUSICISTA A PRODUTTORE ARTISTICO QUAL’E’ IL PASSO DA FARE?
Non c’è una laurea per diventare produttore artistico, lo si diventa sul campo. Il produttore artistico, è colui che insieme all’artista lavora alla realizzazione di un “prodotto musicale” (singolo o album), definendone anche gli arrangiamenti e i testi, curandone ogni dettaglio fino alla sua messa in commercio. Ha il compito di rapportarsi con le case discografiche nella scelta dei brani, lavora in studio con l’artista. Lo scopo di affinare l’arte di un “diamante grezzo” e portarlo alla luce, contemplando la realizzazione del progetto.


COME RICONOSCI UN TALENTO?
Un vero artista ti sa emozionare, indipendentemente dall’età. Oggi in molti sanno cantare ma in pochi sanno cantare ed emozionare. Non serve soltanto cantare bene. Devi trovare nella perfezione del canto il modo di arrivare al cuore della gente. Noi addetti ai lavori, quando valutiamo un talento andiamo a cercare spesso un timbro inconfondibile, cioè un suono che emette il cantante, che sia davvero particolare. Il timbro differenzia gli artisti e li rende unici. Nel caso dei cantautori, quello che conta è anche la scrittura originale dei testi.


C’E’ SPAZIO PER I CANTAUTORI OGGI?
Si, ma con fatica. Oggi non viene dato molto spazio ai cantautori. Di contro, se fino a 10 anni fa il tuo brano non veniva trasmesso in radio eri fuori dai giochi, oggi, l’avvento di internet cambia queste dinamiche. Gli artisti devono capire che. Il mondo web ha permesso di scavalcare il muro e arrivare direttamente alla gente. Dovremmo tenerci stretti la nostra cultura italiana e i nostri cantautori, perché abbiamo un repertorio con testi incredibili.


QUANTO CONTA LA PERSONALITA’ DI UN ARTISTA? PUO’ ESSERE A VOLTE TROPPO INGOMBRANTE?
Tutti i veri artisti hanno una grande personalità ed è molto difficile, a volte, lavorare insieme. Nella collaborazione tra un artista e il suo produttore è importante uno scontro che porti alla crescita dell’artista stesso. Come produttore ascolto, ma mantengo una posizione ferma rispetto a quella che è la mia idea di produzione. Importante, però, è un approccio di ascolto reciproco dove anche il produttore ha modo di crescere con l’artista.


QUALI SONO I PASSI DA FARE PER UN ARTISTA EMERGENTE?
L’artista oggi è il primo che deve investire su stesso in termini di tempo, energie e danaro nella produzione di brani. Investire su sé stessi facendolo bene e con professionisti: cercare le biografie dei migliori produttori che ci sono sul mercato, presentando i tuoi progetti, condividendone anche gli sforzi economici per raggiungere insieme gli obiettivi comuni. È importante creare questo team di persone, che mette insieme il loro talento al fine di raggiungere un obiettivo comune. Affidarsi a persone qualificate, ti consente di limitare il rischio del tuo investimento. E’ necessario, dunque, affidarsi agli addetti ai lavori per raffinare e definire il proprio prodotto per poi solo successivamente farlo arrivare al pubblico.


QUAL E’ SECONDO TE IL FUTUTO DELLA MUSICA? IN CHE DIREZIONE STIAMO ANDANDO?
Spero che ritorni la musica importante, quella dei cantautori. Non è detto che la musica continui a diventare sempre più elettronica. Oggi, all’interno della nuova industria discografica, si assiste ad una maggiore diffusione della musica indie, un vero e proprio genere musicale, legato alla produzione indipendente. Uno dei protagonisti del panorama musicale indie venuto alla ribalta è proprio Ultimo, arrivato al successo passando da Sanremo e con un distributore indipendente.


QUALI SONO I PROGETTI FUTURI?
Tutto quello che abbiamo creato è frutto di 7 anni di lavoro costante al fine di ottimizzare il mercato discografico, puntando tutto sull’estero e in larga scala, cercando e ampliando il più possibile contatti mirati utili alla promozione e alla produzione musicale, ottenendo un portale unico e una rete di interscambio innovativa e senza precedenti ma soprattutto senza concorrenza. In sintesi, non siamo più una piccola realtà grazie al fatto che siamo riusciti ad utilizzare Internet come nessun altro al mondo al momento è capace di fare.
La nostra mission è quella di creare una rete globale, al fine di poter essere capillari in tutto il mondo ampliando il portafoglio clienti ed artistico, ad alto livello sfidando la concorrenza.


OGGI CHIUDETE L’ANNO 2020 REGISTRANDO PIU’ DI 32.000.000 DI VENDITE STREAMING, QUAL’E’ LA FORMULA CHE VI HA PERMESSO QUESTI RISULTATI IN PIENA PANDEMIA COVID 19?
Chi fermerà la musica? Recita così il titolo di uno dei più celebri brani dei Pooh. A distanza di 40 anni purtroppo una risposta c’è ed è stata sicuramente una cosa imprevedibile. Il Covid da più di un anno ha praticamente cancellato tutti i concerti, eventi live, firma copie, presentazioni di album e dischi, insomma l’emergenza sanitaria ha sferrato un duro colpo al settore della musica, ma questo di certo non ha bloccato i nostri piani e ci siamo adattati sfruttando al meglio questo tempo,per effettuare una riorganizzazione interna concentrandoci maggiormente nei rapporti con i vari artisti.


OLTRE AD ESSERE UN PRODUTTORE DISCOGRAFICO SEI ANCHE UN MUSICISTA E FONDATORE DEI FRAME, PARLACI DI QUESTO PROGETTO.
Il progetto è nato dall’incontro con Maurizio Vercon (CHITARRA) E Ramon Rossi (BATTERIA)
Ci siamo incrociati molto spesso fra palchi prestigiosi ed alla fine ci siamo ritrovati a fare musica insieme.
Abbiamo prodotto tantissima musica durante il lock down ed abbiamo deciso di fondare i Frame
scrivendo musica strumentale.
Di fatti esce il primo singolo I HOPE a giugno 2019 mescolando sonorità moderne e progressive con la musica classica, arrivando ad uscire nelle radio nazionali ed internazionali con questo singolo tutto
strumentale.
Da questo inaspettato riscontro positivo, attraverso un incontro causale con Iaia De Capitani (Aereostella) si concretizza il progetto che porta il nome FRAME e la produzione di un doppio disco con 6 brani strumentali e 6 inediti ed altrettante rivisitate opere classiche da Beethoven, Mozart e tanti altri che è prossimo ad uscire sia in fisico che digitale.
Il debutto con Aereostella, nasce ufficialmente, in occasione del Anniversario di Ludwing Van Beethoven, con la quinta sinfonia riarrangiata in chiave Progressive (LAQUINTA)


Un omaggio al celebre Artista che definirei uno dei compositori classici piu’ rock e poi Beethoven è dappertutto. L’inizio della Quinta Sinfonia è probabilmente il frammento musicale più
conosciuto ed iconico dell’intero repertorio, in tutto il mondo ed al di là delle barriere culturali; nonostante sia stato dilaniato innumerevoli volte dalle più impensabili manipolazioni e dai più improbabili utilizzi non ha perso nulla della sua stupefacente efficacia.


Un duro rocker primordiale. Non un compromesso, sempre diritto per la sua strada senza mai voltarsi, primo
artista nella storia a scrivere musica secondo le sue esigenze espressive e non secondo commissioni, quello che caratterizza l’indole dei FRAME, nelle loro composizioni.

Fonte: Thunder Label Germany

Pubblicato da Music Alive

Commenti

Questo post attualmente non ha commenti.

Lascia una risposta





MODULO DI CONTATTO 

Facci ascoltare la tua demo, se ne hai già una! 

[contact-form-7 404 "Non trovato"]

play_arrow skip_previous skip_next volume_down
playlist_play